Giornata delle Zone Umide a Montesarchio

Il 19 febbraio 2011 la sezione Lipu di Benevento ha realizzato a Montesarchio ‘La Giornata delle Zone Umide’. I volontari, in collaborazione con il I Circolo Didattico di Montesarchio, hanno organizzato un’attività ludico-didattica che ha coinvolto circa cinquanta bambini. La manifestazione ha avuto luogo nella palestra della scuola elementare, messa a disposizione dalla dirigente Alfonsina Dello Iacovo, alla presenza di insegnanti del I Circolo. L’iniziativa ha coinvolto anche i bambini che frequentano altre scuole del centro caudino.
Dopo il saluto da parte del delagato, Marcello Stefanucci,  la naturalista Marta Kocsis con aiuto di una presentazione Power Point ha spiegato la flora e la fauna dei territori vicino all’acqua, da quelli in prossimità ai fiumi e alle paludi sino a quelli che hanno piccole, ma allo stesso modo importanti, riserve d’acqua come i ruscelli e gli stagni.

Successivamente altri tre volontari della Lipu beneventana hanno mostrato degli esperimenti con l’acqua ai bambini intervenuti alla manifestazione.  Salvatore Bava, un chimico pensionato,  ha spiegato l’importanza della presenza dell’ossigeno nell’acqua ai fini della biodiversità confrontando, grazie ad una particolare reazione chimica, l’acqua di una sorgente con quella di un fiume inquinato.
Altri due esperimenti hanno illustrato la presenza di inquinanti quali i nitriti e l’ammoniaca. La fase dell’attività ludico-didattica è continuata con esperimenti di tipo fisico sempre riguardanti l’acqua, messi in campo da due giovanissimi volontari della Lipu, Serafino Zullo e Luca Russo, i quali hanno illustrato la tensione superficiale, il galleggiamento e la capillarità. In ultimo un altro volontario ancora della Lipu sannita, Simone Iovino, studente di veterinaria, è stato il protagonista di un’ulteriore azione ludico-didattica che ha visto impegnati i bambini nella costruzione e nel disegno di una zona umida. Come risultato finale è stato realizzato uno stagno a grandezza naturale con carta e cartone, ma anche con sabbia e pietre, e una zona palustre con il metodo del collage su un pannello di legno riempito con i disegni ritagliati dai bambini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...