ESCURSIONE DALLA FATTORIA “LA CINTA” AL PONTE DELLE MAURELLE SUL FIUME CALORE

Colazione alla fattoria "La Cinta"; in primo piano il leggendario "Zio Bacco", fondatore dell'associazione "Lerka Minerka"

I partecipanti all'escursione fanno colazione alla Fattoria "La Cinta" a c.da S. Vitale

Colazione mattutina alla Fattoria didattica zooantropologica "La Cinta" a c.da S. Vitale presso Benevento

Panorama che si gode dalla Fattoria "La Cinta": la città di Benevento vista dalla collina di S. Vitale

Inizia l'escursione, i partecipanti attraversano c.da S. Vitale

Paesaggio verso il Massiccio montuoso del Taburno

Gli escursionisti si dirigono verso la piana di Pantano

Tra gli ulivi sulla collina di S. Vitale si scorge la piana di Pantano e il bosco igrofilo lungo il fiume Calore

Si scende verso il fondovalle dove scorre il fiume Calore

Agli occhi dei partecipanti si apre la vista della piana alluvionale di Pantano

Che bella l'escursione accompagnati anche dai bambini

Si cammina lungo la strada che conduce a contrada S. Angelo a Piesco

Cartello di "Divieto di caccia" che segna il limite dell'Oasi di protezione "Zone Umide Beneventane"

a dx la zoologa ungherese Marta Kocsis, collaboratrice della LIPU

Alle spalle degli escursionisti si vede la piana di Pantano, la collina della Gran Potenza e a dx il fiume Calore con il bosco igrofilo di Pantano-Serretelle

da sx: collina della Gran Potenza, piana di Pantano, fiume Calore e bosco igrofilo di Pantano-Serretelle

Il nutrito gruppo di escursionisti in cammino lungo la strada che collega c.da Pantano con c.da S. Angelo a Piesco

Vista panoramica verso il Monte Taburno

Davanti agli escursionisti si erge il cosiddetto Monte S.Angelo, una rupe affacciata sul fiume Calore

Da S.Angelo a Piesco si scende verso la pista ciclo-pedonale Pantano-ex stazione di Vitulano/Foglianise

All'escursione ha partecipato anche un prete cristiano cattolico di origine eritrea

Si procede su una striscia incolta nella campagna per raggiungere il Ponte delle Maurelle

Verso il Ponte delle Maurelle con sullo sfondo il Monte Caruso che sovrasta Foglianise

Finalmente sulla riva del fiume Calore

Zio Bacco, al secolo Roberto Pellino

Escursionisti tra la vegetazione ripariale del fiume Calore

Ambientalisti sulla riva del fiume Calore

Alcuni frammenti del cosiddetto Ponte delle Maurelle, resti di un ponte romano nel fiume Calore

Zio Bacco e Giulio Martino, dell'associazione "Lerka Minerka", tra soci LIPU e WWF

Tra Giulio Martino, fotografo e animatore di Lerka Minerka, e Marcello Stefanucci, delegato LIPU per la provincia di Benevento, si vedono i resti del ponte di epoca romana su cui transitava la Via Latina

Fiori lungo la pista ciclo-pedonale realizzata dalla Provincia di Benevento tra c.da Pantano e l'ex Stazione di Vitulano/Foglianise

Biancospino con le caratteristiche bacche rosse

Sulla collina si scorge il centro storico di Castelpoto ben inserito nel paesaggio

Si ritorna verso la fattoria "La Cinta" percorrendo la pista ciclo-pedonale fiancheggiante il fiume Calore

Il fiume Calore a valle della città di Benevento

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...